• CULTURA,  Culturale,  FALACE LUCA,  L'OPERA CELESTE,  LIBRI PUBBLICATI,  luca falace,  LUCAFALACE,  sincronicità,  SINCRONISMO CREATIVO

    L’Opera Celeste

    ESTRATTI | ARTICOLI

    L’OPERA CELESTE

    di Luca Falace

    FONTE IL GIORNALE DEI MISTERI 

    https://www.ilgiornaledeimisteri.it/

     

    https://www.ilgiornaledeimisteri.it/

    L’OPERA CELESTE

    LA STORICA NOTA RIVISTA

    IL GIORNALE DEI MISTERI

     

     

    https://www.ilgiornaledeimisteri.it/

    L’Opera Celeste è un’opera letteraria, un’opera figurativa, un’opera scultorea, un’opera musicale, un’invenzione, un film, una rivelazione.

    L’Opera Celeste è l’espressione del bene e dell’intelligenza dell’uomo evoluto.

    Essa si manifesta concretamente attraverso l’arte e la scienza.
    L’uomo Celeste è colui che riesce a unire sapientemente gli opposti: la creatività con la ragione, l’amore con l’intelligenza, il cuore con l’intelletto.

     

    Il mito ed il simbolo, lo spazio ed il tempo, l’essere e l’avere, l’arte e la scienza nel Romanzo, “L’Opera Celeste” sono la chiave di lettura per una visione più profonda dei contenuti. Il mito in questo caso si fonde con il simbolo, così come l’essere con l’avere, lo spazio con il tempo e l’arte con la scienza, in altre parole il tema di fondo è rappresentato dall’unione degli opposti. Questa complementarietà è il segno che rimanda ad un significato ultimo che l’essere umano, nel nuovo millennio, deve ancora riconoscere.

    Luca Falace

     

    LUCA FALACE L’OPERA CELESTE SU “IIL GIORNALE DEI MISTERI”
    LUCA FALACE L’OPERA CELESTE SU “IIL GIORNALE DEI MISTERI”
    TERZA EDIZIONE DEL ROMANZO ALCHEMICO L’OPERA CELESTE 2013
    “L’Opera Celeste”

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Autore: Luca Falace

    Titolo: “L’Opera Celeste”, Romanzo sull’antropologia della storia dell’arte,

    Prima edizione anno 2005, seconda edizione anno 2010, terza edizione 2013.

    Editore: IEMME EDIZIONI

    Formato: Cartaceo

    Argomenti: Cosmologia, Mitologia, Antropologia, Etnologia e Storia dell’Arte.

    DISPONIBILE IN TUTTE LE LIBRERIE LA FELTRINELLI

    L’OPERA CELESTE DISPONIBILE IN TUTTE LE LIBRERIE LA FELTRINELLI
    https://lucafalace.altervista.org/libri/
  • Arte e Scienza,  CULTURA,  Culturale,  dott. luca falace,  FALACE LUCA,  L'OPERA CELESTE,  LUCAFALACE,  studio

    Il Potere Alchemico della Consapevolezza

    ESTRATTI | ARTICOLI

    Colui che osserva cambia le cose. Il potere magnetico e alchemico della consapevolezza

    di Luca Falace, dal libro L’Opera Celeste

    FONTE Riccardo Lautizi

    Staff

    https://www.dionidream.com/potere-alchemico-consapevolezza/

    potere alchemico consapevolezza

    Il pensiero è la base geometrica. Ad ogni pensiero corrisponde un movimento e una forma atomica, dunque geometrica. In tal senso Pitagora parlò dell’armonia delle sfere. Secondo cui ogni corpo celeste, ogni atomo produce una vibrazione particolare, un determinato suono a seconda del movimento del ritmo, o appunto della vibrazione. La nostra energia cambia di polarità e di colore asseconda del nostro animo, del nostro stato psicofisico. Le emozioni hanno un colore, queste non sono visibili come nel camaleonte, simpatico animaletto. Colui che è in grado di osservare il corpo eterico noterà la notevole differenza di colori tra le persone. Il nostro complesso energetico, è evidenziato attraverso l’aura. Questa è un corpo energetico di luce colorata. Ad occhio nudo non è visibile.

    Circostanze, incontri e avvenimenti sono collegati alla nostra energia. Sperimentare eventi negativi significa sintonizzarsi su una bassa frequenza dei chakra. Sperimentare eventi positivi significa essere sintonizzati sulle alte frequenze dei chakra. Una delle rivelazioni più importanti di Lucas, consiste nella frequenza energetica degli eventi.

    Ogni essere emette una sintonia energetica, che corrisponde ad un determinato segnale, il quale è collegato ad un determinato chakra. L’utilizzo di determinati chakra, accomunerebbe esperienze simili ed eventi paralleli. Più persone che utilizzano un determinato chakra, si troveranno a vivere esperienze simili e parallele. Questo perché essi praticano la stessa vibrazione energetica, utilizzano gli stessi chakra. Questa energia, dovuta all’apertura di un determinato chakra, corrisponde ad una determinata frequenza energetica.

    Sin dall’antichità per elevare il livello di energia sono stati adoperati vari sistemi: l’uso dei suoni, dei colori, delle essenze, delle pietre, dei cristalli, dei massaggi, degli esercizi fisici, dello yoga, dell’alimentazione e la visita di bei luoghi. La conoscenza del suono creativo, si sviluppò in India attraverso le varie tecniche yoga. Sono i Mantra, suoni fisici e spirituali, che sono accompagnati a volte dai Mandala. Immagini artistiche simboliche e spirituali. Un suono può conciliare la meditazione. Questo perché stimola un determinato chakra, e una determinata zona del cervello. Un suono, preghiera, è accompagnato da un’immagine colorata geometrica astratta. Tali immagini rievocano un simbolismo archetipo e universale, che possiede la stessa funzione del suono, vale a dire di rilassamento e di trascendenza spirituale.

    Immaginiamo che ad ogni grado di complessità dell’essere, si formi una o più figure geometriche. Le persone, dunque, oltre ad essere alte, basse, magre e grasse, possono essere anche composte da una geometria eterea di svariate forme complesse o semplici, in rapporto al grado di complessità dell’energia celeste dell’essere. Il pensiero è in continuo movimento non si ferma mai anche quando dormiamo. Sta a noi indirizzarlo verso una via evolutiva, per una formazione etereo-geometrica pura e perfetta e non contorta e caotica. Una forma che rispecchi le proprietà atomiche non “radioattive”. Le quali creano vortici di forze negative. Questi si mutano in degli elementi acidi yin. Per fortuna ci sono persone alcaline yang, che riequilibrano il sistema e lo evolvono verso il costruttivismo intellettivo.

    Questo non vuol dire però che dobbiamo prestare attenzione a tutto ciò che pensiamo in ogni momento, ma bisogna invece, lasciare evolvere e far fluire i pensieri. Per poi condurli verso la positività. Si formeranno così intorno e dentro di noi, dei solidi platonici perfetti. La nostra struttura nel tempo e nello spazio, sarà perfetta, in armonia con l’anima e lo spirito. Questa è la trasmutazione del metallo grezzo in quello più prezioso; l’Oro. Questo è il mutamento della pietra grezza in quella più preziosa; il Diamante.

    Al contrario se si percorre il procedimento inverso, ossia quello di un essere legato alle brame materiali, nelle forme più primitive, avviene la corrosione tramite elementi acidi. Questi portano al caos della forma, fino ad arrivare alla struttura cellulare, quella molecolare e poi quell’atomica. Basta osservare la natura, nella sua perfezione delle forme, per capire l’evoluzione in quale direzione si volge. La conoscenza personale, di qualsiasi essere umano, è percepita dall’esterno come un universo a se stante. Una visione di una realtà definibile. All’interno di un’anima, risiede uno spazio unico in continuo movimento.  Molte volte colui che ha disegnato la struttura, difficilmente la riconosce. Inavvertitamente opera, in ogni caso attraverso un disegno e lo modifica continuamente mutandone la forma.

    Noi siamo composti dal tutto. I rapporti umani si basano su scambi d’energia. Gli atomi si mescolano e vengono a fondersi con altri atomi. Le particelle di uno o più persone si mescolano, in base alla loro frequenza, come filamenti residui tra un essere ed un altro. Essi continuano il collegamento. Per questo motivo a volte, si creano delle dipendenze tra due o più persone, poiché si comunica erroneamente con una cerchia ristretta. Bisognerebbe prima accrescere la singola anima, la propria personalità, e poi condividerla con l’intera comunità. Il risultato di quest’ultima esperienza è l’equilibrio del corpo e della mente. Questo equilibrio si acquisisce frequentando solo ed esclusivamente se stessi. Poi l’intero mondo esterno.

    L’inezia mentale, conduce alla sonnolenza e al torpore, all’annebbiamento della mente, alla depressione e all’abbattimento. La devozione alla ricchezza e al potere producono l’inquietudine e l’aridità spirituale. Queste forze che volgono dalle bassezze mentali, possono essere senza sforzo stemperate, attraverso la meditazione e le buone azioni karmiche.

    La meditazione tiene la mente attiva, lucida, attenta e tranquilla. La meditazione è il mezzo attraverso cui si giunge alla consapevolezza indiscriminate, alla conoscenza, alla onniscienza. Attraverso la meditazione si raggiunge la Śamatha, l’abbraccio della mansueta calma interiore, e la Vipaśyanā, la via dell’intuizione che tutto osserva. Con la pratica della meditazione avviene la dissoluzione dei garbugli emotivi, dei bassi istinti e delle poco profonde ideologie. Attraverso l’esercizio della meditazione scaturisce un sentimento di armonia, e d’unità con tutti gli altri esseri. Nasce un’energia morale, serena, nobile e persistente. L’espressione emotiva di questa pratica è la gioia. La calma e la spontaneità assicurano alla mente la libertà dal mondo dei desideri, queste sono le basi della meditazione, che portano al risveglio della consapevolezza.

    Ogni cosa è legata a qualche altra cosa. Tutto vive un eterno collegamento, che non può essere etichettato o spiegato con la superficiale logica. Nulla è fisso tutto è in movimento. Nulla è stabile per sua propria natura. L’esistenza è un intreccio di avvenimenti, percezioni, desideri, emozioni, correlazioni tra persone e cose. Nell’uomo comune la conoscenza è indiretta, essa proviene dal mondo esterno. Tutti quelli che hanno sviluppato la consapevolezza della loro stessa esistenza, si sono accorti che facciamo tutti parte di un unico disegno. Non bisogna dimenticare che ogni realtà è soggettiva e relativa. Vige il libro arbitrio, così come la condizione evolutiva è in parte una scelta individuale. Il pensiero Orientale ci insegna e ci fa riflettere prima di agire o prima di non agire. Se la mente dimora nel Sé superiore, ossia l’anima, allora ella godrà di felicità continua. I pensieri si sviluppano nella mente, mentre il corpo è immerso nelle tre dimensioni o mondo fisico.

    Quel che uno pensa quello è il suo mondo. Ciò che pensa quello diventa, ciò che mangia quello incorpora e quello diventa.

    Noi rendiamo concreto quello stato magnetico, che attira le correnti simili. Le polarità, le forze o fluidi contrari, si attraggono, mentre i simili si respingono. Così quando nella mente germoglia un pensiero è come se noi, ipoteticamente, l’avessimo già commesso. Com’è noto due polarità, due forze o fluidi contrari si attraggono, mentre quelle simili si respingono. Le correnti della mente attirano i contrari degli stati d’animo del corpo. Mentre i contrari degli stati d’animo del corpo attirano le correnti della mente. Questo vuol dire che quando il nostro stato d’animo ci fa pensare o desiderare intensamente una cosa, inevitabilmente la richiamiamo, ma una corrente contraria alla nostra volontà, si oppone e la respinge. Solamente quando non desideriamo più questa cosa essa ci giunge o si manifesta.

    Noi stessi realizziamo, quello stato diciamo magnetico che attira le correnti simili. Se un pensiero diventa costante, l’essere che lo crea diventa, con il tempo, la manifestazione del pensiero stesso. Siamo il risultato di ciò che pensiamo, di ciò che mangiamo e di ciò che facciamo o diciamo. I pensieri hanno effetto su di noi, e sull’ambiente che ci circonda. L’individuo che dorme, il non illuminato che si lega alle illusioni della materia, agli attaccamenti, alle discriminazioni, ai pregiudizi, alla negatività e alla distruttiva critica negativa crea l’illusione del Samsāra, il mondo della continua reincarnazione. La realtà del mondo esterno e dunque relativa, essa è mutevole e non ha una sua esistenza autonoma. Nella teoria della mutazione dell’universo, nella meccanica quantistica, tutto dipende da colui che osserva. Colui che osserva cambia le cose.

    Estratto dal libro “L’Opera Celeste” di Luca Falace

    Leggi anche

    Il Segreto Mitologico. Coincidenze nell’arte, nei miti e nelle leggende contemporanee

    Sincronismo Creativo. Come sviluppare e riconoscere le sincronicità


    luca falaceLuca Falace, nato in Italia, il 15 Dicembre del 1970, Laureato alla Facoltà di Lettere all’indirizzo Storico Artistico Contemporaneo. Nella sua tesi in Antropologia Culturale sul fenomeno delle divinazioni, evidenzia la relazione con le origini dell’arte attraverso la ricerca della simbologia del mito, presente nelle tradizioni popolari. Insegnate di storia dell’arte, creatore di opere pittoriche e musicali, designer di prodotti industriali, ideatore di macchinari per il benessere del corpo umano e mediatore nel settore dei Brevetti Industriali Internazionali. Da oltre un decennio è impegnato nell’analisi antropologica dell’arte e nello studio degli eventi paralleli. Ha pubblicato con Iemme edizioni anche Il Segreto Mitologico e Il sincronismo creativo (2013).

     

  • CULTURA,  Culturale,  dott. luca falace,  eventi paralleli,  FALACE LUCA,  LIBRI PUBBLICATI,  LUCAFALACE,  sincronicità,  SINCRONISMO CREATIVO

    Il Segreto Mitologico

    Il Segreto Mitologico. Coincidenze nell’arte, nei miti e nelle leggende contemporanee

    FONTE 

    Staff
    segreto mitologico

    di Luca Falace, dal libro Il Segreto Mitologico. Coincidenze nell’arte, nei miti e nelle leggende contemporanee

    IL MITO DEL PRIMO ESSERE COINCIDENZE TRA MITI

    Nella mitologia greca sono descritti i vari prototipi della nostra specie. Il primitivo uomo-dio, non aveva nozione del bene e del male. Esso simboleggia l’unione dei due principi della creazione. L’elemento maschile e quello femminile. Nel Simposio di Platone, il commediografo Aristofane narra il mito delle due metà.

    Erano i primi esseri, che per la loro potenza erano paragonati a dèi. Essi incutevano trepidazione alle stesse divinità. Zeus per tale motivo li divise in due. Un tempo gli umani erano esseri perfetti, e non vi era la distinzione tra uomini e donne. Ma Zeus, invidioso di tale perfezione, li spaccò in due, da allora ognuno di noi è in perenne ricerca della propria metà: la perfezione.

    Nel 385 a.C., circa, Platone compone il Simposio. La tematica centrale è l’elogio di Eros pronunciato attraverso sette discorsi, rappresentati da sette diversi personaggi. Il discorso dell’Eros è stato ripreso più volte dai filosofi greci. Si diceva che comunemente non si conosceva la potente natura dell’Eros.

    Questa energia è in grado di far costruire palazzi, templi e grazie ad essa che si può trovare l’amore. L’Eros, in effetti, rappresenta nel misticismo orientale, l’energia sessuale della Kundalini, che se risvegliata ha un enorme potere creativo.

    Il serpente in altri miti, invitò l’uomo alla scissione degli opposti. Questo animale ha molti ruoli nelle leggende, il più comune è la rappresentazione della materia, nel suo stato primitivo, negativo e in quello positivo. L’animale rappresenta anche la donna tentatrice di piaceri materiali, ma in alcuni popoli rappresenta la conoscenza.

    L’energia Kundalini, nella filosofia orientale è rappresentata da una dèa, ma anche da un serpente. Nel momento in cui questa energia viene risvegliata, l’uomo deve essere in grado di saperla controllare, perché il suo stesso potere potrebbe deprimerlo.

    Il messaggio originario era quello del controllo dell’energia attraverso l’illuminazione, come nell’Età dell’Oro. Sono in effetti, le stesse forze della materia che rappresentano il male. Queste devono essere trasmutate nelle forze del bene. Solo controllando il male, il bene può trionfare. La forza istintiva e materiale, l’energia sessuale, può essere impiegata per la creatività e la costruzione della nostra evoluzione mentale. Il controllo della materia avviene solo dopo un lungo esilio dalla materia stessa, attraverso la purificazione della meditazione. La filosofia orientale insegna che l’uomo saprà riconoscere gli opposti, il bene dal male, il buono dal cattivo, l’azione giusta da quella sbagliata, solo dopo aver conosciuto se stesso.

    Molti miti raccontano che gli esseri umani, dopo la scissione, potranno accedere nuovamente al mondo dello spirito, alla dimensione Celeste.

    In molti miti è narrata la storia del primo essere. Un’antica tradizione descrive il Primo Essere, Adamo, raffigurandolo come un essere androgino. Il nome Adamo in aramaico significa unico: Ad = Unico. Ad–am = Unigenito. Nella filosofia greca Adamo corrispondeva a Prometeo o Cronos. Secondo i mistici ebraici Cadmon, mentre per gli antichi egizi era Ermete, il messaggero degli dèi, per gli Indù Shiva. Nelle tavolette sumere, il biblico Adamo veniva chiamato LuLu.

    Le leggende contemporanee vedono, in tale mito, la spiegazione del primo Uomo Sapiens della storia. Era la fusione dell’Homo Erectus con i geni degli dèi. LuLu, significa “colui che è stato mescolato”. Questa creazione è avvenuta circa trecento mila anni fa. Così fu creata anche Eva. La Genesi e l’Esodo furono scritti dalla classe di sacerdoti ebraici detti Leviti, nel 586 a.C.. Un periodo molto recente, se consideriamo il nostro ampio percorso storico. Questi sacerdoti ebraici furono condotti a Babilonia. Questa città si trovava nelle terre dei Sumeri. Come i Sumeri parlavano di Edin, il luogo dei giusti, così pure la Genesi ci parla dell’Eden Terrestre.[1] Le popolazioni del centro America, i discendenti dei Maya chiamano questo luogo Atzlan. E secondo la loro cultura, questo Eden si trovava al centro dell’oceano Atlantico, era dunque l’isola di Atlantide. L’Eden era il centro dove vivevano gli dèi. Il primo Adamo viene creato quindi maschio-femmina, cioè androgino ad immagine e somiglianza di Dio. Mentre il secondo fu creato dalla polvere della terra, e divenne poi un’anima vivente.

    Il significato metaforico del primo Adamo Celeste racchiudeva dunque, ambedue le nature uomo-donna. Il mito potrebbe però anche essere interpretato, come la testimonianza dell’uomo rigenerato. La ricerca di quella forma Celeste perfetta, che era in origine. Questo ci fa capire quanto i miti siano collegati tra loro, e ci fa riflettere fino a che punto può esiste la coincidenza nella leggenda.

    Il mito coincide con un altro mito, dal momento in cui l’uguaglianza degli archetipi nell’immaginario collettivo, interagiscono con una coincidenza di base universale. Essa risiede nell’inconscio dell’uomo. Questo importante collegamento coincide inoltre, con una verità storica nelle diverse tradizioni e periodi della storia degli esseri umani.

    In ogni caso, l’uguaglianza logica degli archetipi non rivela il mistero della loro esistenza.

    Le coincidenze storiche scaturiscono dall’evoluzione dell’uomo, esse sono legate attraverso gli antichi archetipi universali. Apparentemente, i miti sembrano tanti e diversi tra loro. Un’analisi più profonda rivela invece che molti miti sono legati da un’unica origine, che riaffiora in qualsiasi epoca attraverso le coincidenze.

    L’analisi metodologica delle coincidenze storiche, deve essere effettuata osservando e comparando, le leggende attinenti alle varie Civiltà. L’unione di tutte le filosofie rende evidente il percorso dei miti, la mutazione ed il significato. Come abbiamo visto il mito della creazione è presente in tutti i miti. Questo è lo stesso messaggio originario, del ritorno al primo essere Celeste, attraverso il risveglio ed il controllo dell’energia dell’Eros.

    Secondo la tradizione orientale, colui che riesce a domare gli istinti, ad avere il controllo di questa energia, significa che è riuscito a canalizzare dal primo Chakra l’energia latente, fino all’ultimo chakra. Precisamente il settimo, che corrisponde, nella tradizione ebraica a Keter, ovvero la corona, la prima Sefiroth.

    Questa conoscenza dei Chakra, punti di energia, o delle dieci Sefiroth, la ritroviamo ad esempio sin dalle origini, nel caduceo del mitico personaggio greco Ermes, padre di Ermafrodito. Questo personaggio risale ai primordi della storia dell’umanità. Venne chiamato dai fenici Dio Taaytos. Gli egizi lo chiamavano Tat o Toyt, presso gli alessandrini era chiamato Thoth. Nel mito ebraico corrisponde invece al terzo figlio di Adamo ossia Seth, era dunque un antenato di Noè. Questo personaggio venne poi identificato con Ermes dai greci, e Mercurio dai romani. Ermes inoltre corrisponde alla mitica figura di Ermete Trimegisto, o Trismegisto. Ermes era il padre di ermafrodito e discendente maschio di Atlante. Quindi altro collegamento con il mito di Atlantide. Esso proveniva dalla civiltà atlantidea? Taay, Tos, Tat, Toyt, Thoth, Seth, Ermes, Ermete Trismegisto, o Trimegisto e Mercurio, sono tutti nomi di un’unica divinità, che a seconda di un determinato periodo storico, è stata vista in maniera diversa. Ermes il messaggero, faceva da mediatore tra uomini e dèi. Egli era in contatto diretto con gli dèi del cielo, e prendeva parte ai loro incontri celesti. Egli fu venerato come inventore della scrittura. Secondo la raffigurazione greca, veniva rappresentato con il famoso caduceo intorno al quale, vi erano avvolti due serpenti. L’attuale simbolo della categoria dei medici. Il caduceo, come il termometro, il cui il mercurio sale in alto se viene riscaldato.

    Nelle mie ricerche sulla coincidenza simbolica, esso simboleggia l’energia che si trova nel primo chakra, kundalini, che sale fino al settimo chakra, se viene stimolata dal calore dell’Eros. Secondo le leggende contemporanee, invece, questo simbolo ricorda anche l’immagine del d.n.a.. Gli antichi, secondo i recenti racconti, conoscevano la genetica e facevano esperimenti di clonazione. La rappresentazione della verga, con il serpente avvolto su di essa è molto antica, si perde nella notte dei tempi. Quest’immagine è stata utilizzata da molte civiltà antiche e la ritroviamo anche sulle pitture rupestri, fino ad arrivare alla cultura ellenica. Il caduceo di Ermes è il simbolo della conoscenza, ed è stato ereditato in origine dal dio Esculapio, dio della medicina.[2] L’iconografia si trasforma in una verga, con due serpenti che si fronteggiano. Il simbolo si evolve nella stessa cultura greca. Lo ritroviamo nella raffigurazione di Ermes.

    Come abbiamo visto, secondo la filosofia orientale Indù, nel primo chakra si trova l’energia latente. Questa è rappresentata figurativamente da un serpente attorcigliato su se stesso. L’energia dell’Eros, se utilizzata per scopi creativi risveglierebbe la Kundalini. Quest’energia salirebbe come il mercurio, fino al primo chakra posto sul capo. L’uomo otterrebbe così, l’unione degli opposti, il Risveglio, l’Illuminazione, la Conoscenza.

    La potenza sessuale trasformata in energia intellettiva. L’efficienza materiale trasformata in energia immateriale, la vitalità terrena trasformata in energia Celeste. È un cammino arduo e difficile. Secondo la tradizione alchemica orientale, la stessa energia accumulata, se non è indirizzata per uno scopo potrebbe essere nociva.

    In gran parte dei miti, possiamo dire che il messaggio dei primi esseri evoluti, che vissero nel Paradiso Terrestre o Età dell’Oro, della pace e del benessere, è stato trasmesso attraverso l’arte e i simboli. L’essere evoluto è un angelo terrestre, che aiuta gli uomini attraverso l’Amore evoluto ed incondizionato. Il suo messaggio è di pace, d’amore, di solidarietà, di virtù e conoscenza.

    L’Uomo Celeste è un uomo che, come abbiamo detto, è uscito dalla ruota delle reincarnazioni. Egli può decidere di continuare la sua esistenza sulla Terra, per aiutare il prossimo ad evolversi. Egli possiede una percezione sensitiva elevata, dato che ha superato tutte le prove karmiche. La sua mente è sintonizzata direttamente con le sfere Celesti. Egli è un messaggero Celeste. È un Angelo Terrestre, in comunicazione con gli Angeli Celesti, che a loro volta sono collegati ad altre entità. La fantasia dell’uomo unita alla verità, da origine a nuovi miti, rigenerando così, la conoscenza degli esseri umani.

    Note:

    [1] Nel Cristianesimo il problema del mito del Paradiso viene affrontato, in maniera impeccabile, da Sant’Agostino: “Videbimus, amabimus, gaudebimus”. Dichiarando che la questione della credenza del Paradiso, non spetta alla fede, che ci fa Cristiani, e che si può credere, in torno ad esso, il vero o il falso senza alcun rischio di eterodossia.

    [2] Esculapio, in Grecia, era raffigurato barbuto con questa verga. Intorno al bastone è avvolto un serpente, simbolo del sapere e della saggezza. Questo feticcio rappresenta l’albero della conoscenza.

    Estratto dal libro “Il Segreto Mitologico. Coincidenze nell’arte, nei miti e nelle leggende contemporanee” di Luca Falace


    luca falaceLuca Falace, nato in Italia, il 15 Dicembre del 1970, Laureato alla Facoltà di Lettere all’indirizzo Storico Artistico Contemporaneo. Nella sua tesi in Antropologia Culturale sul fenomeno delle divinazioni, evidenzia la relazione con le origini dell’arte attraverso la ricerca della simbologia del mito, presente nelle tradizioni popolari. Insegnate di storia dell’arte, creatore di opere pittoriche e musicali, designer di prodotti industriali, ideatore di macchinari per il benessere del corpo umano e mediatore nel settore dei Brevetti Industriali Internazionali. Da oltre un decennio è impegnato nell’analisi antropologica dell’arte e nello studio degli eventi paralleli. Ha pubblicato con Iemme edizioni Il Segreto Mitologico e Il sincronismo creativo (2013).

  • 11 Aprile 2017,  ecomondo star up,  FALACE LUCA,  FALACELUCA,  GENIUSOM COMPATTATORI,  Giancarlo Magalli RAI 2,  luca falace,  LUCAFALACE,  MEDIASET,  Ufficio Brevetti Rai 2

    GeniusOm Omnia

    Geniusॐ

    GeniusOM Compactor 

     ZERO WASTE

    April 11, 2017

    RAI 2, Radio Italian Television,

    Luca Falace, GeniusOm

    RAI 2, Radio Italian Television, Luca Falace, GeniusOm. Television program “The Facts Your” Giancarlo Magalli RAI 2, Tuesday, April 11, 2017. Luca Falace and Giancarlo Magalli, GeniusOm, Patent Office Rai 2.

    RAI 2, Radio Italian Television, Luca Falace, GeniusOm. Television program “The Facts Your” Giancarlo Magalli RAI 2, Tuesday, April 11, 2017. Luca Falace and Giancarlo Magalli, GeniusOm, Patent Office Rai 2.
    RAI 2, Radio Italian Television, Luca Falace, GeniusOm. Television program “The Facts Your” Giancarlo Magalli RAI 2, Tuesday, April 11, 2017. Luca Falace and Giancarlo Magalli, GeniusOm, Patent Office Rai 2.
    VIDEO, RAI 2, Radio Italian Television, Luca Falace, GeniusOm: 

    GENIUSOM COMPACTOR

    SOLVES THE PROBLEM OF WASTE ALL OVER THE PLANET EARTH

    1) The compactor geniusom compacts the 80% of the volume of all the public urban waste, solving the problem at the origin of the world’s municipal waste.
    2) The compactor geniusom is the only machine in the world that a single command can shrink by 80% and differentiate all the municipal waste: organic, moist, plastic, paper, undifferentiated, metal and glass.
    3) The patented compactor geniusom mechanism can be manufactured to any size and and therefore endless types of geniusom compactors can be built with the same mechanism to fit into any home site, private or public in any place where the human being is, offering a new essential service all over the world.
    4)The machinery has different sections for each type of waste and it compacts each one, making it possible to throw waste away once two weeks rather than on daily bases.
    5) The costs of the compactor are low and therefore it becomes easy to distribute it throughout the global market, becoming an indispensable good for civilization.
    GeniusOM | Geniusॐ Compactor | ZERO WASTE​
    Video 00:50 seconds  
    Video 01:26 minutes
    Mechanism of the Machine 
    Video 01:46 minutes  
    Video 02:10 minutes  
    GeniusOM | Geniusॐ Compactor | Full Video 
    Video 04:44 minutes  

    GENIUS-OM COMPACTOR

    GeniusOm is a start-up which has patented the solution for the disposal of rubbish: a device able to compact most type of waste. Its appearance is similar to most household appliances making it suitable for schools, hospitals, airports, planes and ships.
    The machine has been conceived to sort waste in different categories: paper, metals, undifferentiated and wet waste.
    There are three available models at the moment suitable for domestic, condominiums and hospital employment, which will all be using the same patented mechanism.
    The domestic version is the same size of a common household appliance. The machinery has different section for each type of waste and compacts each one, making it possible to throw waste away once a week rather than on a daily bases.
    Special filters for wet waste are also provided. Moreover, the company is planning a generator able to transform organic waste into energy.

    ZERO WASTE

    The GENIUSOM machinery was developed for domestic and urban use. It reduces significantly the amount of urban waste, making the disposal and separate collection of wet, plastic, metal and paper waste possible.

    PATENT COMPACTOR THREE

    TYPES OF GENIUSOM COMPACTOR

    The device can be used in both a domestic and public environment. The downsizing of different waste is done by the same machinery.
    Due to its reduced handy and technological size it can be considered just like any other household appliance and therefore essential for public and domestic comfort.
    The size of the two modesl  for public use varies depending on its employment, in schools, hospitals, restaurants, hotels and condominiums.

    COMPANY DESCRIPTION

    AND TARGET MARKET

    GeniusOm was funded to provide a real solution to the disposal of community waste. Its objective is to develop, produce and sell a selection of compactors for the separate collection of waste.
    The devices will have a great price/performance ratio. Even if the prototype is still to be produced, the main project and the specification of the product are completed.
    The company commends a team of engineers, experts in measuring and control systems and in the production of industrial machineries.
    The key to the success of GeniusOm is in the ability of the team to handle and create a wide variety of innovative products and to subsequently sell it with a good price/quality ratio to a wide market.
    The co-founders of GeniusOm are valued experts, whose experience will generate a synergy in support of modern society.

    A RADICAL SOLUTION TO THE VOLUME

    AND SEPARATE COLLECTION OF WASTE

    OPERATING PRINCIPAL OF THE MACHINARY

    Compressing machinery powered by compressed air, for domestic and community waste, with a unique press air-operated.
    The power derives from an air compressor, made of a surface with five, variable, sections joint to a pneumatic piston, which when activated allows the compression of all the waste found in the sections of the device.
    The result is a  compacting of urban and domestic waste and a separate collection of wet waste, plastic, paper, metals and even glass in a separate section. The compressed waste is collected separately at the bottom of the device.

    FIELD OF BUSINESS AND PRODUCTS

    The main field of business of GeniusOm consists in the production and selling of waste compactor.
    The company’s aim is to be become part of the household appliances market with an innovative solution for separate waste collection.
    Thanks to its patented project, GeniusOm will produce a domestic compactor and a bigger version appropriate for public places such as hospitals, hotels, restaurants, schools, universities, etc.

    COMPETITION

    The models proposed by competitors have some clear disadvantages, first of all they are rotating compactors, that provide the transition and compression of waste via opposite cylinders, positioned in the top part of the device. The sensor is activated by the machinery when it detects waste or hand-operated, but the most important detail is the ability of the device to compress just one residue at a time.
    Moreover these models have a single narrow slot in for waste making its employment highly uncomfortable for the user. At the moment the market is composed by companies that produce and sell:
    Hand operated compactors, which can be placed on a wall, envisage the user to compress a whole bag of waste at a time by placing it under the lever, this is a cheap but clearly inconvenient solution.
    Single compressing bins which make the purchase of various units, for different refuse, compelling and do not, however, compress a large quantity of waste.
    Single section, electric compactors which do not solve the separate waste collection problem.
    Prototype models of separate waste collection compactors, which we consider our direct competitors, which are pricey solutions and do not guarantee the compression of all types of waste.

    GENIUSOM UNIQUE COMPACTOR

    FOR ALL WASTE

    This innovative device, represents a practical solution and a radical change to the problem of domestic and community waste solving the problem at its source.
    The machinery, by compacting all kinds of community waste, solves the problem of waste disposal at its origin.
    Our product, allows the compression of all waste and can really represent a revolution in the way community waste is handled.
    It represents the ultimate and concrete solution to high amounts of refuse and separate waste collection.

    THE GENIUSOM MACHINERY WAS INVENTED FOR DOMESTIC AND URBAN USE

    THE MACHINE HAS BEEN CONCEIVED TO SORT WASTE IN DIFFERENT CATEGORIES:
    PAPER, METALS, UNDIFFERENTIATED AND WET WASTE.

    THERE ARE THREE AVAILABLE MODELS SUITABLE FOR
    DOMESTIC USE, CONDOMINIUMS, SCHOOLS, UNIVERSITIES,
    HOSPITALS, RESTAURANTS, HOTELS, MALLS, STATIONS,
    PORTS, AIRPORTS, PLANES AND SHIPS.
    ALL THE MODELS USE THE SAME PATENTED MECHANISM
    THE MACHINERY, BY COMPACTING ALL KINDS OF COMMUNITY
    WASTE, SOLVES THE PROBLEM OF WASTE DISPOSAL AT ITS ORIGIN.
    THIS INNOVATIVE DEVICE, REPRESENTS A PRACTICAL SOLUTION AND A RADICAL CHANGE TO THE PROBLEM OF DOMESTIC AND COMMUNITY WASTE SOLVING THE PROBLEM AT ITS SOURCE.
     fig.1
    fig.2
    ZERO WASTE
    GENIUSOM UNIQUE COMPACTOR
    FOR ALL WASTE.

    STORY

    GeniusOM Compactor,

    Luca Falace’s Invention and Patent

    Investment total cost of 53,000 euros incurred only by Luca Falace: patent fees, events, contacts, marketing, company ‘, processing drawings and documents, prototype simulation, project presentations, marketing, participation in events, participation and personal presence in awards and awarded prizes, etc.

    GENIUSOM COMPACTOR

    Certification and Summary

    THE YEAR 2014

    For all these reasons the Geniusom Patent has received considerable and important awards
    in the Green Economy field:

    GENIUSOM PRIZE ECOMONDO 2014

    WITH THE ACCESSION OF

    THE PRESIDENT OF

    THE ITALIAN REPUBLIC

    AWARD FOR

    SUSTAINABLE DEVELOPMENT

    GeniusOM Compactor, Luca Falace’s Invention and Patent
    Geniusom Prize Ecomondo 2014

    THE YEAR 2015

    FINANCING FUNDS

    NOW APPROVED

    GENIUSOM COMPACTOR,

    SHARK TANK ITALY, CHANNEL ITALIA1

    Italian television network MEDIASET, CHANNEL ITALIA1, on the 4th of june, 2015.
    The financing of 250 thousand Euros, to finance the industrial prototype of the compactor geniusom, was never receved by me. The 99% of the competitors winners, whose project was approved during the television programme SHARK TANK ITALY 2015, weren’t financed by the the financers, hosted on the programme, because of the lack of money. This television programme was on the air on the important, serious and professional Italian television networkMEDIASET, CHANNEL ITALIA1, on the 4th of june, 2015.

    THE YEAR 2016

    COMPACTOR PATENT CERTIFICATION

    GENIUSOM COMPACTOR, LUCA FALACE’S INVENTION AND PATENT
    PATENT COMPACTOR
    THREE TYPES OF GENIUSOM COMPACTOR
    The device can be used in both a domestic and public environment. The downsizing of different waste is done by the same machinery. Due to its reduced handy and technological size it can be considered just like any other household appliance and therefore essential for public and domestic comfort. The size of the two models for public use varies depending on its employment, in schools, hospitals, restaurants, hotels and condominiums.

    THE PATENT CERTIFICATE

    ABSTRACT OF THE PATENT

    CLAIMS
    1. Compressed air machinery with a compressed air press whose floor is equipped with a plurality of five and it is fixed to a pneumatic piston [a] which in its compression action enables the top press to compress any waste present in the five different sections of the machinery, in order to be collected separately in the light air containers available at the bottom of the machine.
    2. Compressed air machinery characterized by the fact that the compressed-air piston enables the top of the press, to make inside of the five modules, or the five sections in which the five major municipal waste are present :organic-wet , glass, plastic, metal, paper, the waste collection with the reduction of the eighty percent of the original volume of all major municipal waste.
    3. Machinery according to claim 2 characterized by the fact that the portion of rectilinear motion of the press, which goes to compress on municipal waste contained in modules, acts in a differentiated manner in the related compartments at the end of the compression proces
    4. Machinery according to claim 3 allows the differentiation of compressed waste deposited with a reduction of the eighty percent of the original volume.
    5. Machinery according to claims 1 to 4, characterized by the fact that the device which allows the action of ignition may be variable: with one or more pistons up to five, as many as the section modules of differentiation, with a single switch or individual switches for how many modules housing the waste, with a single foot, or a foot for each form of waste. This depends on the industrialization of machinery; for household or public use, or for practical and economic variants, as regards the production of machinery.
    6. Machinery according to claims 1 and 4, characterized by the fact that after the user has introduced each differentiated waste in the appropriate container by means of a small door, the press can work only when all five doors are closed hermetically.
    7. Machinery according to claims 1,3,4 characterized by the fact that when the compression process is over, it reduces the size eighty percent of the volume of waste in each module. The compressor waste is conveyed in the individual sections, before their extraction. At the base of each module there is a removable drip tray for emptying the accumulated liquids . In this container it is conveyed the fluid resulting from the compression of the waste ,especially the organic one, and all the others in a smaller quantity: glass, plastic, metal, cardboard. Regarding the section, in particular the form of organic waste-wet, at the base of this form of machinery, there is a drip tray greater than all the others.
    8. Machinery according to claims 1 to 7, characterized by the fact that the deposit of the four waste: glass, plastic, metal, cardboard can lie in the conteiner until this is filled and ready tobe emptied.
    9. Machinery according to claims 1 to 8, characterized by the fact that all the sections that collect wet waste are subject, at each compression, simultaneously to a sterilization action of the compressed matter.
    10. Machinery according to claims 1 to 9 characterized by the fact that the modules present in the machinery have a dedicated small door and a specific inclination downwards, to allow the compressed material, to be collected in any container plasticized in emptying phase.

    THE YEAR 2017

    RAI 2, Radio Italian Television, Luca Falace, GeniusOm. Television program “The Facts Your” Giancarlo Magalli RAI 2, Tuesday, April 11, 2017. Luca Falace and Giancarlo Magalli, GeniusOm, Patent Office Rai 2.
    Global Solution to the origin of the urban waste problem.

    Luca Falace and Giancarlo Magalli, GeniusOm, Patent Office RAI 2,
    Radio Italian Television, April 11, 2017
    Luca Falace and Giancarlo Magalli, GeniusOm, Patent Office RAI 2,
    Radio Italian Television, April 11, 2017
    Luca Falace and Giancarlo Magalli, GeniusOm, Patent Office RAI 2,
    Radio Italian Television, April 11, 2017
    Luca Falace and Giancarlo Magalli, GeniusOm, Patent Office RAI 2,
    Radio Italian Television, April 11, 2017

    INDUSTRIAL PROTOTYPE

    ENGINEERING MACHINE

    START PRODUCTION

    FUNDING REQUIRED ON INDEGOGO
    The request is made on indiegogo internationally: EURO 250 thousand industrial realization of geniusom prototype, a sum that serves for the realization of the industrial prototype (Prototype Engineering Machine) of the geniusom compactor. This request is being made to work at the geniusom project, approved by awards, accolades and fame at a national level, so that people can know as well as understand the importance of the project, also realize what could be a global business by solving the problem at the origin of the waste urban public.

    EXAMPLES OF MARKET

    GLOBAL COSTS

    GENIUSOM COMPACTOR

    Examples of market global costs

    The costs of the compactor are low and therefore it becomes easy to distribute it throughout the global market, becoming an indispensable good for civilization.

    Domestic Compactor

    Prototype for Simulation

    Prototype for Simulation

    ​SUMMARY 

    GENIUSOM COMPACTOR

    ZERO WASTE

    1) The compactor geniusom compacts the 80% of the volume of all the public urban waste, solving the problem at the origin of the world’s municipal waste.
    2) The compactor geniusom is the only machine in the world that a single command can shrink by 80% and differentiate all the municipal waste: organic, moist, plastic, paper, undifferentiated, metal and glass.
    3) The patented compactor geniusom mechanism can be manufactured to any size and and therefore endless types of geniusom compactors can be built with the same mechanism to fit into any home site, private or public in any place where the human being is, offering a new essential service all over the world.
    4)The machinery has different sections for each type of waste and it compacts each one, making it possible to throw waste away once two weeks rather than on daily bases.5) The costs of the compactor are low and therefore it becomes easy to distribute it throughout the global market, becoming an indispensable good for civilization.
    • The price of a domestic compactor:
    about $ 350 (buildings, offices, boats, schedules flights trains, restaurants, bars, hotels, hospitals, universities, etc.)
    • The price of the compactor for large private or public buildings:
    about $ 1,700 (condos, shopping centers, ports, airports, railways, large structures, parks etc.)

    GENIUSOM PITCH | SLIDE

    GeniusOM L.E.T.S.I.S

    Line Ecological Technology with
    Intelligent Systems Solutions

    GENIUSOM ZERO WASTE

    LINK

    GENIUSOM DOCUMENTS
    WEB SITE
    SOCIAL NETWORK
    FACEBOOK PAGE
    BLOG
    Tag.: ECOLOGY, URBAN ECOLOGY, ZERO WASTE,
    WASTE MANAGEMENT, GREEN, GREEN ECONOMY.
  • 11 Aprile 2017,  FALACE LUCA,  FALACELUCA,  GENIUSOM COMPATTATORI,  Giancarlo Magalli RAI 2,  luca falace,  LUCAFALACE,  RAI 2,  Ufficio Brevetti Rai 2

    RAI 2, Luca Falace, GeniusOm. Giancarlo Magalli RAI 2, Martedì 11 Aprile 2017.

    RAI 2, Luca Falace, GeniusOm. Programma televisivo “I Fatti Vostri” Giancarlo Magalli RAI 2, Martedì 11 Aprile 2017. Luca Falace e Giancarlo Magalli, GeniusOm, 
    Ufficio Brevetti Rai 2.
    Soluzione Globale all’origine del problema dei rifiuti urbani.
    GeniusOm: mechanism of the machine
    prototype for Simulation
    Invention | Patent | by Luca Falace
    GeniusOM | Geniusॐ |
    GENIUS-OM ॐ
    THE RADICAL SOLUTION
    TO ECOLOGICAL
    PROBLEMS OF WASTE


  • FALACELUCA,  L'ARTE ALCHEMICA,  LUCAFALACE

    La Tavola di Smeraldo di Ermete Trismegisto

    La Tavola di Smeraldo
    È vero, senza menzogna verissimo,
    che ciò che è in alto, è come ciò che è in basso,
    per compiere i prodigi di un’unica cosa.
    E come tutte le cose vennero da una cosa sola,
    per volontà e comando dell’Unico che le pensò,
    così anche nascono tutte le cose da questa cosa una,
    secondo l’ordine della Natura.
    Suo Padre è il Sole e sua Madre la Luna,
    l’aria lo porta come fosse nel suo seno,
    la Terra è la sua nutrice e sostentatrice.
    Questa cosa è all’origine di tutte le cose perfette che ci sono al mondo.
    La sua forza è illimitata e si riversa in terra.
    Separa allora la terra dal fuoco, ed il sottile o fine dal grossolano o spesso,
    delicatamente, con grande industria e modestia.
    Sale dalla terra al cielo e di là scende nuovamente in terra,
    assume in sé la forza delle cose superiori ed inferiori.
    Così avrai la gloria di tutto il mondo.
    Perciò sfuggirà da te ogni oscurità ed ogni debolezza.
    Questa è, di tutte le forze, la forza più forte:
    perchè essa può vincere tutte le cose sottili
    e può penetrare in ogni cosa solida e compatta.
    Così fu creato il mondo. Ne conseguiranno mirabili combinazioni e
    si verificheranno molti prodigi: la via per realizzarti è questa.
    E per questo sono stato chiamato Ermete Trismegisto:
    perchè possiedo le tre parti della saggezza di tutto il mondo.
    Ciò sia detto del capolavoro dell’Arte chimica.
    L’Arte Alchemica